A proposito degli scatti stipendiali

image_print

Aggiornamenti della situazione nei commenti!

L’emendamento seguente è stato approvato in Commissione cultura (ma non ancora in Commissione Bilancio -sic!-)

Proposta di modifica n. 41.2 al ddl C.4127-BIS in riferimento all’articolo 41.presentato il 08/11/2016 in VII Cultura della Camera da Manuela GHIZZONI (PD) e altri 20 cofirmatari

testo emendamento del 08/11/16

  Dopo il comma 11 aggiungere il seguente:
11-bis. Ai professori e ai ricercatori universitari in servizio alla data del 1o gennaio 2017 sono riconosciuti, per intero ai fini giuridici e per il 50 per cento ai fini economici» le classi e gli scatti di carriera maturati nel quinquennio 2011-2015 ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 15 dicembre 2011, n. 232, ma non goduti in applicazione dell’articolo 9, comma 1, del decreto-legge 31 maggio 2010, n.78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122. Ai professori e ai ricercatori universitari che hanno preso servizio successivamente alla data del 1 o gennaio 2011 le classi e gli scatti sono riconosciuti per intero sia ai fini giuridici che economici. Al fine di sostenere i bilanci delle università per i pagamenti di questi emolumenti e degli incrementi stipendiali correnti del personale docente stabiliti dalla legge, a decorrere dal 2017 il fondo di finanziamento ordinario delle università statali di cui all’articolo 5 della legge 24 dicembre 1993, n. 537, è incrementato di 100 milioni di euro e il contributo alle università non statali di cui alla legge 29 luglio 1991, n. 243» è incrementato di 10 milioni di euro.Conseguentemente, all’articolo 81, comma 2, sostituire le parole: 300 milioni con le seguenti: 190 milioni.

254total visits,16visits today

2 pensieri su “A proposito degli scatti stipendiali

  1. admin Autore dell'articolo

    21 Novembre – notizia proveniente dal Prof. Ferraro:

    L’emendamento ha superato i primi ostacoli nella Commissione Bilancio della Camera dei Deputati, la quale deve elaborare il testo che andrà alla discussione in Aula. Dagli atti della Commissione l’emendamento non risulta escluso né in ragione della materia trattata né per copertura finanziaria carente o inidonea. Pertanto è in discussione in Commissione già da ieri, domenica. In relazione ad alcune richieste ricevute preciso che la Ghizzoni non può più modificare il suo emendamento, al più può modificarlo la Commissione Bilancio.
    La Commissione dovrebbe finire i lavori, a tappe forzate, nella seconda metà di questa settimana, e poi il provvedimento andrà in Aula, sempre a tappe forzate. Alcuni giornali ipotizzano un’approvazione in Aula entro domenica 27 novembre. Sembra una previsione azzardata, a meno che il Governo non presenti subito il classico maxiemendamento al quale tutti i Governi ci hanno abituati e chieda subito la fiducia.

  2. admin Autore dell'articolo

    Mercoledi 23 Novembre

    dalla pagina 40 degli atti della Commissione di lunedì in alto a destra:

    Rocco PALESE, presidente, avverte che …..l’emendamento 41.2 della VII Commissione si intende respinto per l’esame in Assemblea. Da fonti informali ma molto attendibili risulta che il Governo abbia espresso in Commissione parere negativo sull’emendamento.

    Ecco fatto.Come si evince siamo sempre molto considerati
    Il Prof Ferraro ha proposto la firma urgente di una seconda lettera a Renzi:

    Inviare una e-mail all’indirizzo: secondaletterarenzi2016@gmail.com , scrivendo nell’oggetto della e-mail (NON nel testo della e-mail stessa): Firmo la seconda lettera a Renzi-Nome e Cognome (Nome e Cognome vostri, ovviamente; ad esempio,: Firmo la seconda lettera a Renzi-Carlo Ferraro).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *